Menu

Nike Epic React Flyknit: arriva la scarpa da running universale (?)

Bret Schoolmeester, Senior Director Nike Running Footwear con la nuova Nike Epic React Flyknit
Bret Schoolmeester, Senior Director Nike Running Footwear con la nuova Nike Epic React Flyknit

Presentata a Londra la scarpa che Nike ha pensato per accontentare tutti. Sarà in vendita dal 22 febbraio prossimo

Chi la vuole reattiva, chi super ammortizzata, chi la vuole protettiva, chi iper leggera. Insomma, chi la vuole cotta, chi la vuole cruda. Probabilmente neanche le variabili di cottura di una bistecca (non troverete mai 5 persone allo stesso tavolo che la desiderano cotta allo stesso modo) arrivano a tanto. Basta frequantare i vari gruppi di running sui social ed analizzare i commenti ad un post che chieda consigli/pareri su una scarpa. Se poi diventa una questione di paragone, neanche a dirlo, è caos! E il problema è che, in un modo o nell'altro, hanno tutti un po' ragione: perchè chi corre sa quanto la scarpa da running sia una questione soggettiva. 

Però ogni tanto qualcuno ci prova: non è la prima volta infatti che rileviamo aziende che tentano la mission impossible, creare la scarpa universale. E allora ecco che è la volta di Nike, con la sua nuovissima Epic React Flyknit. “Abbiamo chiesto ai runner che cosa volevano in una scarpa e loro ci hanno dato una risposta semplice: tutto“, spiega Bret Schoolmeester, senior director di Nike Running Footwear e responsabile dello sviluppo della nuova calzatura. “Per realizzare l’Epic React ci sono voluti 3 anni di lavoro, abbiamo testato 400 diverse mescole per la schiuma che costituisce il cuore della scarpa e fatto correre con i prototipi circa 17mila miglia“. Tutto per trovare il giusto compromesso tra qualità diverse e contrapposte, per realizzare una calzatura che sia morbida all’impatto ma reattiva alla spinta. Adatta a chi corre forte, a lungo, ma anche a chi inizia da zero e ha bisogno di essere protetto da usura e infortuni"

"Negli anni, una corsa dopo l’altra, un passo dopo l’altro, abbiamo raccolto grandi quantità di dati relativi al modo in cui le diverse schiume reagivano all’impatto con il terreno”, spiega ancora Schoolmeester. Quei dati sono stati dati tutti in pasto a un algoritmo proprietario sviluppato da Nike, il quale analizza queste informazioni per definire ad esempio il design della suola più appropriato. E siccome la Epic React deve essere una scarpa per tutti, i test non sono stati condotti impiegando esclusivamente atleti professionisti, ma coinvolgendo un campione molto più ampio e rappresentativo della popolo dei runner. 

E allora vediamo più nel dettaglio qualche dato di questa scarpa in uscita il prossimo 22 febbraio. La tomaia in Flyknit rende la parte superiore della scarpa un unico elemento avvolgente per una sensazione di calzata tipo guanto (ma garantendo allo stesso tempo supporto), flessibile e traspirabile. Nonostante il profilo elevato, l'intersuola ha un drop medio di 9 mm. E grazie all’utilizzo della nuova schiuma Nike React (la vera rivoluzione di questa calzatura, forse), la scarpa assorbe l’impatto a terra mentre contemporaneamente restituisce il 13% in più di spinta rispetto alle schiume Eva del passato. Ilpeso è di 272 grammi nella taglia 10 US.
La nuova Epic React Flyknit sarà in vendita in tutto il mondo a partire dal 22 febbraio al prezzo di 150 euro.

Questo è quanto si sa fino ad oggi, ma come sempre solo il tempo e la prova ci saprà dire se la Nike Epic React Flyknit avrà qualcosa in più.

Accedi or Registrati

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?